venerdì 17 luglio 2015

Rock'n'droid ... Marshall si rivolta nella "cassa"


Jim Marshall è stato un arzillo negoziante londinese (classe 1923 scomparso nel 2012) e il suo cognome è stato uno dei più amati e famosi fra tutti i rockers del mondo per via dell'altrettanto amato e famoso, ma che dico famoso... MITICO 'valvolare', che ha sparato metallo fuso in milioni di watt dalle muraglie accatastate nei palchi di tutto il mondo.

Vero pioniere del suono chitarresco e farraglia varia, dopo le frequenti visite di famosi 'metallurgici' come Ritchie Blackmore si convinse che era ora di inventare un nuovo tipo di amplificatore e da venditore si trasformò in produttore fondando nel 62 la sua 'Marshall Amplification' tutt'oggi attiva, così attiva che siamo qui a parlarne.

Certo, dai tempi del negozio di Hanwell nel London Borough of Ealing, ne è passato di rock, anzi trapassato insieme al suo inventore, tant'è che la Marshall oggi si da agli smarfoni.... (!) "è il business bellezza"...
Ed eccolo qua in tutta la sua aura di inevitabile citazionismo 'heavy' il prossimo must del perfetto metallaro, con tanto di logo frontale e rotellina laterale come negli ampli per regolare il volume, il look della cover come la cassa degli altoparlanti e la doppia cuffia a volumi indipendenti. 
Non manca neppure il DSP Wolfson WM8281, con gli effetti dedicati e il noise reduction applicabile ai due microfoni, questo nuovo Marshall si chiama 'London' (manco per il nome si sono sforzati...)


dicono che sia un buon telefono (ci mancherebbe altro!) e un valido registratore musicale.
Le figate principali infatti sono "Loopstack", un registratore a 4 canali dove registrare quattro tracce indipendenti a 44KHz /16bit e la DJ app per mixare.
Ovvio, con questo London non si bada all'Android e alle funzioni telefoniche (standard) quel che conta per i metallici possessori/posseduti sarà il suono e il fascino che emana l'eterno logo di Jim...


Scheda tecnica veloce :
145 grammi 
Batteria removibile da 2.500 mAh
Display d4,7'' 
Risoluzione HD 
Chip Snapdragon 410 con 2 GB di RAM
Storage 16 GB (espandibile) 
Slot microSD 
Sistema Android Lollipop 
Doppia fotocamera (da 8 e 2 mpixel)
Zoom
Flash
Bluetooth
WiFi
Vivavoce
Radio
Videochiamata
GPS
Bussola
Prossimità
Accelerometro
Giroscopio
Aac
Mp3
Wav
Wma
Midi
Wmv
Mp4

Prezzo circa 550/600 € (secondo me troppini...)
disponibilità da fine agosto


Mr.Marshall, è pronto a rivoltarsi ?


sabato 11 luglio 2015

JAZZ un pianeta di esigenti: Chuck Israels - Joyful Noise

Il bassista arrangiatore compositore Chuck Israels, dopo aver affinato la sua tecnica con maestri come John Coltrane Billie Holiday Stan Getz e il trio di Bill Evans, esce come direttore d'orchestra in questa nuova entusiasmante 'Joyful Noise'.

Israels si è trasferito anni fa dal trambusto della città alla pacifica solitudine della bellissima Portland, in Oregon. Abbraccia gran parte della storia del jazz moderno e la sua 'Chuck Israels Jazz Orchestra' è stata fondata per mostrare alcuni dei migliori strumentisti e cantanti del nord-ovest che suonano e lavorano finemente la musica più emozionante e durevole del pianeta, un pianeta di esigenti.

La band è stata recentemente presentata al Detroit Jazz Festival. Il loro CD di debutto 'Second Wind' ha ricevuto una recensione 4-1/2 (stelle) sulla rivista DownBeat ed è un serio candidato ai Grammy.

Questo nuovo progetto, 'Joyful Noise - The music of Horace Silver' promette di portare l'attenzione alle capacità compositive e magiche di Chuck Israels. Ha la grande saggezza del leader che mette cuore e personalità contagiosa a tutta la band. Israels ha modellato un'orchestra che scorre via liscia su bellissimi binari. 

Imperdibile!

JILL SCOTT New "Woman"

Il 24 luglio esce Jill Scott col nuovo album 'Woman'.
Nessuna apparizione europea per ora ma solo un tour americano che si concluderà in agosto.
Se in quei giorni siete li (beati voi) vi scrivo le date, non si sa mai



13/7 – Pittsburgh, PA @ Heinz Hall
15/7 – Newark, NJ @ NJ Performing Arts Center, Prudential Hall
16/7 – Wallingford, CT @ Toyota Presents the Oakdale Theatre
18/7 – Baltimore, MD @ Pier Six Pavilion
19/7 – Bethlehem, PA @ Sands Bethlehem Event Center
22/7 – Brooklyn, NY @ Kings Theatre
25/7 – Cincinnati, OH @ Paul Brown Stadium (Cincinnati Music Festival)
26/7 – Atlantic City, NJ @ Borgata Spa & Resort – Event Center
29/7 – Vienna, VA @ Wolf Trap for the Performing Arts/The Barns
30/7 – Durham, NC @ Durham Performing Arts Center
  1/8 – Birmingham, AL @ BJCC Concert Hall
  2/8 – Atlanta, GA @ Chastain Park Amphitheatre
  4/8 – Memphis, TN @ Orpheum Theatre
  5/8 – Nashville, TN @ Ascend Amphitheater
  8/8 – Hollywood, FL @ Hard Rock Live at Seminole Hard Rock Hotel & Casino
  9/8 – St. Petersburg, FL @ Mahaffey Theater
11/8 – Jackson, MS @ Thalia Mara Hall
12/8 – Houston, TX @ Bayou Music Center
14/8 – Grand Prairie, @ TX Verizon Theatre at Grand Prairie
15/8 – Austin, TX @ ACL Live at the Moody Theater
19/8 – Los Angeles, CA @ Greek Theatre
22/8 – Oakland, CA @ Fox Theater
23/8 – Saratoga, CA @ The Mountain Winery
25/8 – San Diego, CA @ Humphrey’s
28/8 – Phoenix, AZ @ Comerica Theatre

sabato 4 luglio 2015

Luther Vandross in musical

A dieci anni dalla sua scomparsa (1º luglio 2005) si è diffusa in America la notizia di un probabile musical sul grande Luther Vandross che vedrebbe anche la partecipazione di Marcus Miller di cui Vandross si è avvalso molto spesso nei suoi album. Si tratterebbe di un progetto itinerante nelle principali città degli Stati Uniti accompagnato da un museo mobile con materiale d'archivio e memorabilia.
Lo spettacolo dovrebbe partire all'inizio del 2016 e sarà il primo di molti eventi previsti nel progetto "Guardians of Soul", la cui missione è quella di preservare e celebrare lasciti e ricordi delle grandi icone di R&B, Soul e Jazz.







Luther Vandross ha venduto 40 milioni di dischi e vinto 8 Grammy Award

sito ufficiale: http://www.luthervandross.com/

discografia :

Never Too Much (1981)
Forever, For Always, For love (1982)
Busy Body (1983)
The Night I Fell In Love (1985)
Give Me The Reason (1986)
Any Love (1988)
The Best Of Luther Vandross...The Best Of Love
Power Of Love (1991)
Never Let Me Go (1993)
Songs (1994)
Greatest Hits 1981-1995
This Is Christmas (1995)
Your Secret Love (1996)
One Night With You - The Best Of Love vol.2 (1997)
Always & Forever - The Classics (1998)
I Know (1998)
Love Is On The Way (1998)
Luther Vandross (2001)
The Ultimate Luther Vandross (2001)
Home For Christmas (2002)
Dance With My Father (2003)
The Essential Luther Vandross (2003)
Luther Vandross Live At Radio City Music Hall (2003)
The Ultimate Luther Vandross (2006)

venerdì 3 luglio 2015

D'Angelo in Italia


Il musicista di Richmond arriva in Italia per due date (Roma e Milano)


Dopo ben 15 anni di attesa lo scorso dicembre ha pubblicato 'Black Messiah' e subito si sono scatenati complimenti e paragoni (sempre impossibili) con gli immortali del soul come Marvin Gaye o Sly&FamilyStone.
A mio modesto parere è 'solo' un buon lavoro sapientemente contaminato di Jazz/R&B/Pop/Rock, ma anche se fa molto caldo non mi straccerei la camicia né rivolterei tombe. 
Certo, nella sconfinata mediocrità del periodo è senza dubbio da considerare fra i top album del 'neo-soul' e lui è tosto, non è da canzoncine hit e non è un lavoro che si accontenta di ascolti veloci e superficiali ma anzi, a differenza dei suoi colleghi, D'Angelo è uno che fa riflettere e pensare.

Lelle sue note di copertina:
“Black Messiah è un gran titolo. È facile fraintenderlo. Molti penseranno che parli di religione. Altri salteranno alla conclusione che io mi definisca un messia nero.
Per me il titolo parla di noi. Del mondo intero. Di un ideale a cui ognuno si possa ispirare. Dovremmo tutti aspirare a essere un messia nero.
Parla della gente che è insorta a Ferguson e in Egitto, di Occupy Wall Street, e in generale di una comunità che non ne può più e decide di cambiare le cose, ovunque si trovi.
Più che lodare un unico leader carismatico, l’idea è quella di celebrarne migliaia. Molti brani – non tutti – hanno una connotazione politica,
ma il titolo Black Messiah serve a includerli nel contesto più giusto. Il Black Messiah non è un uomo. È la sensazione che, collettivamente, siamo tutti quel leader”.

D'Angelo poi ha quel gusto retrò nel miscelare i suoni che dai vecchietti come me è sempre molto apprezzato.
Per questo 'Black Messiah' non c'è neanche l'ombra di un marchingegno digitale e tutta la registrazione è stata realizzata in analogico e su nastro per rendere il sapore ancora più vintage. 
Dal vivo come nell'album ci sarà anche il 'nostro' Pino Palladino, apprezzatissimo bassista britannico di origine italiana che ormai da 40 anni collabora e appare in album e concerti delle star di tutto il mondo.

DATE E BIGLIETTI:

06 luglio ROMA AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Bigllietti>>> http://www.ticketone.it/dangelo-and-the-vanguard-roma-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&key=1379922%245375093&jumpIn=yTix&kuid=459179&from=erdetaila


07 luglio MILANO ESTATHE' MARKET SOUND
Bigllietti>>> http://www.ticketone.it/dangelo-and-the-vanguard-milano-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&key=1379922%245379863&jumpIn=yTix&kuid=459179&from=erdetaila



Se non lo conoscete:

1995 'Brown Sugar'
2000 'Voodoo' (2 Grammy-Best R&B Album / Best Male R&B Vocal Performance)
2015 'Black Messiah'

giovedì 2 luglio 2015

Gregory Porter 2016


Appena tornato dal trionfo di Glastonbury, Mr. 'jazz cat in a hat' Gregory Porter si prepara a un lungo tour del Regno Unito per la prossima primavera.
Inizierà il suo itinerario di 16 date a Londra alla Royal Albert Hall
e si concluderà alla Birmingham Symphony Hall 20 giorni più tardi.

Ecco le date e stavolta vi ho avvisati per tempo.....

APRILE 2016

4      London Royal Albert Hall

5      Southend Cliffs Pavilion

8      Manchester Bridgewater

9      Sheffield City Hall

10    Edinburgh Festival Theatre

11    Aberdeen His Majesty's Theatre

12    Perth Concert Hall

14    Glasgow Royal Concert Hall

15    Gateshead Sage

16    Leicester Demontfort Hall

17    Liverpool Philharmonic Hall

19    Brighton Dome

20    Cardiff St Davids Hall

21    Poole Concert Hall

22    Plymouth Pavilions

24    Birmingham  Symphony Hall


BIGLIETTI>> www.ticketline.co.uk / 0844 888 9991

Chaka Khan torna a Londra


Se siete a Londra la bella notizia è che Chaka Khan sarà per quattro notti nel leggendario jazz club Ronnie Scott, nel cuore di Soho.
La brutta notizia purtroppo è che se non siete fra i fortunati col biglietto tutti e tre gli spettacoli sono Sold-Out (la capienza non arriva a 300 posti).

La dieci volte vincitrice del Grammy sarà in scena il 6, 7 e 9 luglio.
La band è con Melvin Davis, Ron Bruner, Jesse Modista, Bruno Muller, Tiffany Smith e i cori di Vanessa Haynes e Tony Momrelle.



Comunque il 17 agosto la Universal Music pubblicherà anche un cofanetto chiamato 'Rufus & Chaka Khan - Classic Selection album', un set di 6 CD che include anche i Rufus degli anni '70, lo storico gruppo degli esordi di Chaka.




NEW PRINCE - HARDROCKLOVER

Appare e scompare all'improvviso, come poche settimane fa per una serie live molto speciale a Washington DC.
Ieri Mr.Purple ha diffuso 'HARDROCKLOVER' che a quanto ci dicono i colleghi americani è una specie di chiamata alle armi (nel testo) per l' R&B moderno, mentre l'impasto sonoro ci è ormai noto e familiare (3rdEyeGirl') chitarre sospiri e giochi di parole seducenti che escono dalla 'Dirty Mind' di Mr.Purple. 
E' il primo assaggio di qualcosa di nuovo dopo il suo tributo a Freddie Gray con 'Baltimore' ma non so dirvi (come nessuno di noi) su dove o quando Prince colpirà la prossima volta, quindi accontentiamoci di questa 'HARDROCKLOVER'

https://soundcloud.com/prince3eg/hardrocklover