mercoledì 24 giugno 2015

Anche Janet Jackson ... is back




Oggi è tempo di grandi ritorni, oltre a Oleta Adams arriva anche Janet dopo una lunga attesa (7 anni).
Poche settimane fa vi ho annunciato l'album programmato per il prossimo autunno e ora ecco il primo assaggio.

"No Sleeep" è prodotto dalla sua fedele squadra di collaboratori capitanata da Jimmy Jam e Terry Lewis

Oleta Adams is back

Ha una voce straordinaria intensa bellissima e potente. Ha iniziato come 'bimba prodigio' suonando e cantando il pianoforte su R&B Jazz e Gospel.
Oleta Adams è in giro da parecchio tempo (1982) ha già all'attivo 11 album ma la conoscerete sicuramente per 'Woman in Chains' dell'89 con i Tears for Fears e Get Here del 91.
Ora, dopo un periodo triste e problematico che durava dal 2008 si è decisa a tornare e finalmente, a far conoscere a tutti questa magnifica 'Long and Lonely Hours' che ha sempre e solo eseguito dal vivo.
Non sappiamo ancora se farà parte di un album ma intanto, godiamocela

lunedì 22 giugno 2015

Don Henley: "Non voglio essere un jukebox, basta Eagles" (per ora)

"Amo la mia carriera negli Eagles , ma ho bisogno di aria nuova" ha scherzato ma non troppo, Don Henley
al party d'ascolto ai Capitol Studios di Hollywood lo scorso 18 giugno per il nuovo 'Cass County' il nuovo album in lavorazione già da 5 anni ed a 15 dall'ultimo lavoro solista.
"Io non voglio essere un jukebox e passare il resto della vita a cantare gli Eagles, anche se non voglio negare che amo la mia carriera nel gruppo e ringrazio davvero tutti i nostri fan sparsi ovunque, Dio sa che è un suo miracolo se siamo stati in giro così a lungo, ho avuto il meglio dei due mondi. 
E' meraviglioso avere gli Eagles come nave madre, ed è meraviglioso essere in grado di fare queste altre cose da soli ogni tanto."











Nell'album ci sono collaborazioni illustri : Dolly Parton, Miranda Lambert, Martina McBride, Vince Gill, Alison Krauss, Lee Ann Womack, Ashley Monroe, Mick Jagger, Neil Young e Don lo ha scritto registrato e vissuto quasi tutto a Nashville.

"Ho ascoltato le radio locali ultimamente che in teoria dovrebbero essere 'country', ma francamente non le capisco, non so che roba siano diventata, la musica country si è trasformata in qualcosa che non riconosco più."

Henley ha poi ricordato le sue registrazioni nei cori per Bob Seger in 'Against the Wind' in quegli stessi studi negli anni '70, raccontando della grande nostalgìa di tempi e luoghi. E' cresciuto a Linden in Texas, nella piccola contea di Cass appunto, con soli 30.000 abitanti.

"L'album è stato influenzato dalla musica che ho sentito crescendo in Texas, ma anche da suoni e artisti che ho amato come Johnny Cash, Elvis Presley e George Jones."

Nessuna data di uscita è stata ancora fissata ma attendiamo con fiducia ....dopo 15 anni!


domenica 21 giugno 2015

A proposito di contenitori...


...oggi si festeggia la nascita del disco in Vinile a 33giri.
Il primo disco long-playing è stato presentato al pubblico al Waldorf Astoria di New York il 21 giugno 1948. 
Realizzato in plastica vinilica infrangibile e progettato per la nuova velocità di 33-1/3 giri al minuto che sostituiva quella a 78giri dei vecchi dischi in gommalacca, è stato creato da un team guidato 
dal Dr. Peter Carl Goldmark della Columbia Records. 

Goldmark, un immigrato ungherese, ha anche sviluppato la prima tecnologia di tv a colori, un videoregistratore e quasi 160 altre invenzioni nel campo delle comunicazioni. 

Il presidente Jimmy Carter lo ha premiato nel 77 con la National Medal of Science.


venerdì 19 giugno 2015

i...CONTENITORI


















Si sta facendo un gran cazzeggio da anni sul nulla.
Ma perché dobbiamo continuare a massacrarci sul contenitore
e non parliamo di contenuto?
Certo non è una novità.
Secoli fa si vagheggiava di fruscìo, ronzìo, nastri,
Dolby si..Dolby no, la cassetta, la bobina, la puntina, la testina,
le valvole, i transistors ma poi arrivò il digitale e finalmente...
tutti contenti... macché!
CD, DAT, DVD, Ram, Rom, MIDI, HD, Mpeg...


E oggi? Oggi sepolti (quasi) i CD
e riesumato il Vinile di nicchia
dobbiamo fracassarci le palle sulla PIATTAFORMA...
'Musica liquida' normale o in HD
i fruscìi di prima lasciano il posto
ai 256Kps contro i 320Kbps
ai 24 bit al campionamento 96 o 192KHz
fino all' HyperHD....
meglio Spotify o Deezer?
GooglePlay o Apple?...




Tranne qualche "coraggioso" (Red Ronnie e il

compianto RoxyBar) nessuno si è mai sognato di

presentare autori / musicisti veri e vedere come

vivono affogati dannati e bannati dalle scartoffie

delle majors e dai loro "esperti" del "suono

radiofonico" che sfornano ogni giorno stronzate a

pallett industriali da pompare in "classifica"

(non parliamo di hit-parade e stendiamo un telone pietoso)








E' triste l'itaglia della musica come l'itaglia TUTTA
fondata sull'improvvisazione
sul pressappochismo del
"basta che se magna"
a partire dalla sKuola
un po' di "storia" musicale
un'oretta la settimana se va bene
e un pianoforte scordato
e polveroso se c'è.


manco nei live ce la passiamo meglio
spazi inadeguati o insufficienti o 'non omologati'
il permesso, il finanziamento dell'ente,
la siae (stendiamo un tendone da circo)
la regggione, er comune, l' assessore aa Kurtura
mì ZZio
tu cuggìno..

Ma fortuna che c'è la cara vecchia radio...
naaaaa....
Fottute anche quelle
tutte omologate e lobotomizzate da distributori e majors
(è successo fine anni 80 inizio 90) e via così fino alla tivvù....

Quindi chi pensa più alla qualità del vino?
Nessuno, tutti guardano la botte quanto è grossa o quanto è piena.
Si scannano per il centesimo di euro diviso 4 (streaming)
mentre i nostri figli sbattono la faccia sui talent
implorando solo di "diventare famoso".

But...Content Is The King!  (prosit)

giovedì 18 giugno 2015

HappyBDay MACCA !


Oggi dopo 10 anni ho riaperto un blog.
Perché? Boh, comunque vista la coincidenza con la data illustre, il primo post lo dedico ai Beatles.
  
Paul McCartney......
Cosa si può dire ancora che non sia già stato detto del nostro caro 'fratellone' Paul? Che oggi è il suo compleanno?!...Ah...bella scusa, si si ottima per parlarne un po'
almeno a quelli che...'chiedi chi erano i Beatles"..
e allora sono andato a ripescare un mio vecchio post che parlava delle origini del gruppo, in pratica un altro compleanno da festeggiare il prossimo 6 luglio.













Liverpool sabato 6 luglio 1957 chiesa di St. Peter

oggi c'è la festa annuale della parrocchia e c'è un'esibizione dei Quarrymen, il leader è John un sedicenne.
Si suona e si canta, si suona e si ricanta, ma soprattutto si suona si canta e si guardano le ragazze, ho detto si guarda. . . punto.
C'è anche Ivan, un amico di scuola di John delle elementari ma ormai lui è solo un ex componente della band, è li che gira e va su e giu come un matto. Non sta mai fermo balla canticchia esce torna indietro...chissà cos'ha in testa
A un certo punto torna verso il palco va da John e gli sussurra all'orecchio qualcosa, John si china e continuando a spennare ascolta Ivan che gli dice "senti là in mezzo c'è un certo Paul, è un mio compagno di scuola è forte devo fartelo conoscere"
John guarda in avanti e dice "ok mandalo qui".
Paul è un sorridente e vivace quindicenne ma a quanto pare la sa lunga, dicono che a scuola ogni tanto intoni ritornelli di Rock'n'Roll e provi riff di chitarra.
Ma eccolo che arriva, si presenta a John e dopo pochi minuti decidono di improvvisare qualcosa insieme, così giusto per sentire che combina.
Lui attacca suonando Long Tall Sally di Little Richard e Twenty Flight Rock di Eddie Cochran.
John lo segue ammirato, anche perché invece di inventare parole a caso (come fa sempre lui) si accorge che Paul scandisce ogni strofa esattamente come il disco e gli accordi non sono inventati ma ..quelli veri..
John viene letteralmente fulminato dalla naturalezza e abilità di Paul e dalla sua memoria infallibile, canta come stesse leggendo i testi.
John si gira verso Ivan e abbozza un cenno di ammirazione.."hai ragione è davvero forte"..
C'è solo un problema, pensa tra se e se, "il leader sono io!...ok mi prenderò un po' di tempo per pensarci"...
Passano tre minuti, giusto il tempo di un'altra canzone e mentre guarda Paul intonare l'ultimo inciso decide, chiama al palco l'altro amico Pete e gli dice "appena finiamo prendi Paul da una parte e chiedigli se viene con noi" ...
Pete resta muto e lo guarda perplesso qualche secondo
allora John: "beh.. che c'è sei sordo? Muoviti!"...

#TheBeatles are born!


R I P SUZANNE "MINNIE" THOMAS

Faceva parte del duo Taste of Honey ed è morta Lunedi 15 giugno a 60 anni.
Taste of Honey, che originariamente erano un trio, comprendevano Janice Marie Johnson, Hazel Payne e il tastierista Perry Kibble;
hanno riscosso un enorme successo dal 1978 in tutte le nostre playlist con 'Boogie Oogie Oogie' (uno dei "tormentoni" dell'epoca d'oro della Disco Music)
Dopo che la Payne decise di dedicarsi alla recitazione, il gruppo si sciolse e Janice Marie Johnson cercò di forgiare una sua carriera solista.
Nel 1996 ha 'ricreato' le Taste Of Honey portando con se Suzanne Thomas a ricoprire il ruolo di Hazel Payne ma la coppia ha lavorato soltanto sporadicamente fino a poco tempo dopo.

(Suzanne è sulla destra dell' immagine)

Per gli appassionati di Miles Davis sarà un'estate eccezionale








Presto usciranno importanti raccolte e fra le più attese il cofanetto di 5 CD della Columbia in collaborazione con la famiglia di Miles.
Si chiama 'Miles Davis At Newport 1955-1975: The Bootleg Series Vol. 4'
uscirà il 17 luglio e suonerà il 'Miles Davis' del ventennale sodalizio col Newport Jazz Festival.
Quasi quattro ore di materiale inedito tratto da otto concerti differenti con le band più significative (tra cui il' Miles Kind Of Blue).

in oltre ....

Miles_Bitches_40th

una versione riconfigurata e ridimensionata di 'Bitches Brew 40th Anniversary' 2010.
Notevolmente più conveniente rispetto alla versione originale deluxe, il set è presentato in un pack book-style slim-line e contiene 2 CD di materiale di studio (tra cui l'album originale 'Bitches Brew) più un CD live (registrato a Tanglewood nel 1970) e un DVD live registrato a Copenaghen nel 1969.

infine...
Miles_Tutu

Per i drogati di vinile, Warner Jazz ha appena rilasciato un pacchetto deluxe in doppio vinile di Miles
'1986 Warner Bros classic' e ' Tutu'.
L'album originale è rimasterizzato ed è accompagnato da un LP bonus che comprende cinque spettacoli inediti registrati nello stesso anno al Festival di Nizza (sono 'Porzia' 'Human Nature' 'Carnevale' 'Splatch' e 'Nuovo Blues')

GOOD SUMMER JAZZ !