mercoledì 2 agosto 2017

1° agosto 1981 debutta MTV



eh già, e il primo video mandato in onda fu "Video killed the radio star" 




beh, possiamo dire che quel titolo gli è ricaduto in testa
ma purtroppo quel che è peggio
è caduto in testa anche a TUTTA la musica 
ed al suo modo di vivere e di esistere

certo, non facciamo il solito errore di dar colpa al contenitore
e MAI al contenuto... TV, Radio, Internet...
sono soltanto 'scatole'
il problema è sempre cosa c'è dentro
e chi decide il cosa/quanto e come metterlo  

MTV non è l'unica colpevole 
anche molte radio si sono inginocchiate insieme a lei
ma è senza dubbio una delle pistole fumanti più fumante
con quelle pallottolone delle leggi di mercato 
delle majors, degli ascolti e degli gli effetti speciali sempre più speciali
nei cosiddetti "video-clips"
che hanno letteralmente stravolto la vita
a tutti i gruppi, artisti, musicisti e produttori
ignari su cosa fosse un video
se non quello dei concerti

per noi "radioattivi" quel giorno non fu un bel momento 
ma per come è finita oggi questa tv 
possiamo dire che la legge del karma esiste
e 36 anni dopo, diamo anche una notizia agli 'amici' di MTV
la radio è messa male (malissimo)
ma noi ci siamo ancora e ci saremo sempre
perché la radio è immortale per natura
la radio 'si vede' senza effetti speciali
senza trucco e senza inganno
e le immagini che può creare 
nessuna MTV al mondo potrà mai riprodurle


R I P  MTV...


domenica 30 luglio 2017

Radio Subasio a Mediaset (passando per Radio Milano International)




"Cosa resterà di questi anni 80"...
Radio Subasio fondata nel 1976 dal mitico Mario Settimi
("il Presidente") è entrata da pochi giorni
nell'orbita di Radio Mediaset
manca solo il sigillo ufficiale dell'Autority.

Erano già un paio di mesi che "girava voce"
poi Piersilvio ha tolto ogni dubbio confermando la trattativa
aggiungendo anche qualche dettaglio dell'accordo.
Il 70% a Mediaset e il 30% alla famiglia Settimi (Marco e Rita).
Cifre (reali) non ne conosco, quindi non ne parlo.

Il marchio resterebbe
e dovrebbe restare attiva anche la storica sede
(dove lavorai per 3 anni nel 1984)
uno chalet ai piedi del monte Subasio
nei pressi di Viole di Assisi.
Resterebbe anche il format "easy-friendly"
e l'attuale livello occupazionale
con un team di conduttori
che si collegherebbero di volta in volta
con la nuova sede di Milano
(il condizionale è d'obbligo).

Era già una GROSSA radio ai miei tempi
ma ha sempre mantenuto una dimensione interregionale
senza mai allargarsi a network.
Ed è proprio questa la magìa che ha attirato Mediaset
a scalare il monte, non potendo più acquisire altri marchi nazionali
(hanno già 105, Virgin Radio, R101 e RMC)
potevano puntare solo ai brand "locali"
ma sempre importanti per ascolti e raccolta pubblicitaria.

Radio Mediaset infatti ha il divieto dell’Antitrust (per legge)
di acquisire nuove emittenti nazionali fino a fine 2020
ma non antenne "locali", di qualunque dimensione
purché non siano network che coprano tutto il territorio italiano.

Oggi Subasio viaggia 'solo' fra Emilia e Campania
quindi rientra perfettamente nei parametri indicati
in oltre, essendo già nel portafoglio pubblicitario di Mediamond
(con R101, 105, Virgin Radio, Radio Monte Carlo,
Radio KissKiss e Radio Norba)
non è stato difficile "approfondire".



Ma che c'entra Radio Milano International...vi chiederete..
Beh c'entra eccome.
Mediaset infatti ha tirato fuori l' "arma segreta"
che l'ha incoraggiata a puntare verso Assisi.
Una vecchia concessione nazionale mai sfruttata
quella di Gbr, da cui si arriva direttamente
fino alla portoghese Radio Orbital
una concessione ottenuta ai tempi dell‘acquisizione di 101 Network...
appunto, la nostra amata Radio Milano International
avuta dalle mani dei nostri amati Radio-Bros Angelo e Rino Borra

Ed ecco che Subasio potrebbe subentrare a Radio Orbital
diventando di fatto nazionale ed acquisendo anche nuove frequenze
sulle altre grandi città del Nord mai raggiunte
senza confliggere col divieto della restrizione 2020
che verrebbe tranquillamente superato
in un contesto giuridico perfettamente legale.
Radio Mediaset continuerebbe a crescere
e Subasio raddoppierebbe il suo bacino
diventando (suo malgrado) network nazionale.

Che dire... "è il mercato bellezza".
poi di quel che penso del triste panorama "radiofonico"
già lo sapete (Forza RINO facciamo rinascere RMI !)

Ok, detto questo, auguro tutto il meglio a Marco e Rita Settimi
con un pensiero al "sòr Mario"
che fece benissimo a restare "piccolo"
e che possa guidarvi bene come sempre, dalla sua regìa...


martedì 25 luglio 2017

Michael McDonald NUOVO una grande notizia!

In ogni radio in cui sono stato l'ho sempre programmato
al limite dell'over dose..

Michael McDonald è da sempre uno dei miei preferiti
sia coi DoobieBrothers che nella lunghissima carriera solista
iniziata nell' 81.

Ormai erano 17 anni che non pubblicava più inediti
il grande successo della serie 'Motown'
(gli album di soul-cover degli anni d'oro)
e la sua proverbiale 'lentezza' nello scrivere
lo hanno tenuto lontano dai nuovi progetti
ma finalmente in settembre uscirà il nuovo "Wide Open"
e il nostro 65enne fratellone darà ancora prova
della sua smagliante bravura col suo groove e la voce inconfondibile.

Intanto ecco il primo assaggio "Find It In Your Heart" 
molto classic e molto McDonald, niente di rivoluzionario anzi 
ha gli stessi suoni di Motown, ma è il suo marchio di fabbrica (non di fast food)